top of page
  • Writer's pictureTeacher Stefano

GUIDA COMPLETA: Maschile o femminile in Italiano?

Sai come capire se una parola è maschile o femminile in italiano? Se non lo sapete, questo articolo fa per voi!



A volte capire se una parola è maschile o femminile può essere un po' complicato. Nell'articolo di oggi ti darò alcuni consigli per capire il genere di una parola e anche alcuni trucchi su come rendere i nomi plurali in base al loro genere! Iniziamo!


Voglio ricordarti che se sei interessato/a a ricevere ogni domenica dei contenuti interessanti per studiare l’italiano puoi iscriverti alla mia newsletter!



Maschile o femminile?

Vediamo alcune regole generali:

  • I nomi che finiscono in -o sono di solito maschili: l’amico, il treno, il panino

  • I nomi che finiscono in -a sono di solito femminili: l’amica, la studentessa, la bicicletta

  • I nomi che finiscono in -e possono essere sia maschili che femminili: lo studente (m.), il caffè (m.) e l’automobile (f.), la notte (f.)

  • I nomi che finiscono in -i al singolare non cambiano al plurale e sono femminili: la crisi, l’analisi

Però, se guardiamo l'ultima sillaba delle parole che terminano in -e piuttosto che solo l'ultima lettera, possiamo usare questo trucco per indovinare il genere. Se una parola termina in:

  • -IONE è femminile: la televisione, la nazione, l’opinione

  • -ORE è maschile: l’attore, l’autore, il professore


Attenzione poi ai nomi che terminano in CONSONANTE. Di solito sono parole di origine straniera che abbiamo preso in prestito da un'altra lingua (come l'inglese). Di solito sono maschili: il film, il bar, l’autobus, lo sport.


Fai anche attenzione alle parole abbreviate. Vediamo alcuni esempi:

  • Il cinema → da cinematografo. Questa parola non è più usata in italiano però “cinema” continua ad essere maschile perché la parola lunga finisce in -o. Le parole abbreviate non cambiano neanche al plurale, quindi avremo “il cinema” e “i cinema”

  • La bici → la bicicletta

  • La moto → la motocicletta

  • L’auto → l’automobile (femminile)

  • La metro → la metropolitana

  • La foto → la fotografia


Ora vediamo alcune eccezioni molti comuni che devi ricordare:

  • Parole che finiscono in -a ma sono maschili: il problema, il diploma, il programma

  • Parole che finiscono in -o ma sono femminili: la radio, la mano


Ora vediamo alcune regole semplici per rendere tutte parole italiane plurali in modo facile!


Tutte le parole che finiscono in -O o -E hanno il plurale in -I quindi:

  • l’amico → gli amici

  • il treno → i treni

  • la televisione → le televisioni

  • lo studente → gli studenti

  • il professore → i professori


Le parole che finiscono in -A hanno il loro plurale in -E SOLO se sono femminili:

  • la studentessa → le studentesse

  • la bicicletta → le biciclette,

  • la casa → le case


Le parole che finiscono in -A che però sono maschili hanno il loro plurale in -I:

  • Il problema → I problemi

  • Il programma → I programmi


Ricorda che le parole di origine straniera e le parole abbreviate non cambiano:

  • Il film → i film

  • Il cinema → i cinema


Ovviamente puoi capire se una parola è singolare o plurale dall’articolo determinativo in questo caso!Queste sono le 4 regole principali del plurale, ovviamente ci sono alcune eccezioni, ma magari ne parliamo in un articolo futuro!


Per l'articolo di oggi abbiamo finito! Se avete domande non esitate a contattarmi contact section nella del mio sito!

Un abbraccio,


Teacher Stefano


2,216 views

Recent Posts

See All

Comments


bottom of page