Uso del CONGIUNTIVO italiano con il condizionale: vorrei che tu...?

Il congiuntivo e il condizionale italiano? Qual è la loro relazione e come si usano insieme nella stessa frase? Vediamolo nel video di oggi!



Ciao a tutti e benvenuti in un nuovo articolo sul congiuntivo! Ho già fatto un articolo dove spiego gli usi di base del congiuntivo, quindi quando si usa e come si usa. Vi consiglio di dare un'occhiata a quello prima di leggere questo articolo. Oggi però ci concentriamo su un aspetto importante del congiuntivo. L’uso del congiuntivo con il condizionale!


Vi ricordo che il congiuntivo ha 4 tempi: presente, imperfetto, passato e trapassato. Per il video di oggi ci servirà l’imperfetto.


Coniughiamo il verbo essere all’imperfetto che è irregolare:


Che io fossi

Che tu fossi

Che lui/lei fosse

Che noi fossimo

Che voi foste

Che loro fossero


Coniughiamo un altro verbo: andare


Che io andassi

Che tu andassi

Che lui andasse

Che noi andassimo

Che voi andaste

Che loro andassero


Poi per le altre coniugazioni è facile dato che le desinenze sono le stesse! L'unica cosa che cambia è la vocale. Anziché -assi, come per andare (andassi), avremo:

  • -essi per i verbi in -ere (mettere → mettessi)

  • -issi per i verbi in -ire (partire → partissi)


Il congiuntivo imperfetto si usa in tantissimi casi ma oggi ci concentriamo sul suo uso con il condizionale. In particolare il verbo vorrei o comunque col condizionale presente e passato.


Ricordate che il congiuntivo si usa quando nella frase principale abbiamo un verbo che esprime un desiderio, giusto? Quindi se io voglio esprimere il desiderio di averti qui con me, voglio che tu sia qui con me, ma non voglio dire VOGLIO, voglio usare il condizionale e dire VORREI, quale tempo dobbiamo usare? L’imperfetto!


  • Vorrei che tu fossi qui con me → I wish you were here with me.


Questo può sembrare strano perché fossi è imperfetto, quini è un passato ma io ti voglio ORA con me, no nel passato! Non importa! In italiano ogni volta che abbiamo il verbo VORREI, dovremo usare l’imperfetto nella frase successiva se usi che + congiuntivo.


Vediamo altri esempi per capire meglio:

  • Vorrei che tu arrivassi in tempoI would like you to be on time.

In questo caso io vorrei che tu arrivassi in tempo stasera o domani per esempio, quindi sto esprimendo un futuro praticamente. E lo so che abbiamo comunque “arrivassi” che è un imperfetto ma ragazzi, le regole non le ho create io!


  • Vorremmo che voi apprezzaste di più il nostro lavoro We would like you (guys) to appreciate our work more.


  • Il mio professore vorrebbe che il prossimo mese io cominciassi a scrivere la tesi My professor would like me to start writing my thesis next month.


Vi ricordo che la stessa identica regola si applica anche al condizionale passato. Vediamo degli esempi:

  • Avrei preferito che loro dicessero la verità → I would have preferred that they told the truth.

Qual è la differenza? In questo caso stiamo davvero parlando del futuro! Però un futuro nel passato. Cioè io volevo, preferivo che loro dicessero la verità. E il fatto di preferire questa cosa succede prima che loro dicano (o non dicano) la verità. Però non hanno detto la verità, ormai quell’azione è passata!


  • Avrei voluto che tu leggessi il libro prima di partire → I would have wanted you to read the book before leaving.


In questa frase, io volevo che tu leggessi il libro e il fatto di leggere il libro sarebbe successo dopo il fatto che io lo volevo. Ma non è successo!


Questa è la differenza!


Se avete alcune domande sul congiuntivo mandatemi un messaggio nella contact section del mio sito. Spero che questo articolo vi sia piaciuto!


A presto,


Stefano

22 views

Recent Posts

See All