top of page
  • Writer's pictureTeacher Stefano

Passato Prossimo o Imperfetto in ITALIANO? (sono stato vs ero)

Nell'articolo di oggi, parleremo di come scegliere il corretto tempo passato: passato prossimo o imperfetto?




Ciao a tutti! Oggi vi parlerò di quando usare il passato prossimo e quando usare l'imperfetto. Tutto dipende dal tipo di azione che avete. Vi darò alcuni esempi e vi spiegherò le regole man mano che andiamo avanti!


Prima di iniziare però voglio ricordarti che se sei interessato/a a ricevere ogni domenica dei contenuti interessanti per studiare l’italiano puoi iscriverti alla mia newsletter!


Iscriviti alla newsletter 💌



Azione ripetuta VS azione singola

  • Mia mamma faceva sempre una torta buonissima. → My mom always used to make a very good cake.

  • Mia mamma ieri ha fatto una torta buonissima. → My mom made a very good cake yesterday.

Nel primo caso stiamo dicendo che "mia mamma faceva sempre una torta buonissima". Nel secondo stiamo dicendo che "mia mamma ieri ha fatto una torta buonissima". Ed ecco la prima differenza!


Se stiamo parlando di un'azione ripetuta allora useremo l’imperfetto, invece, se abbiamo un'azione singola, molto specifica, ben definita, allora useremo il passato prossimo!

Non dimenticare che l'idea di azione ripetuta deve essere molto generale. Questo perché l’imperfetto è un tempo usato per descrivere azioni che non sono ben definite su una linea temporale. Vi faccio un altro esempio:

  • Andavo sempre in palestra da ragazzo.→ I always used to go to the gym as a kid

  • Sono andato tre volte in palestra la scorsa settimana.→ I went three times to gym last week.


La prima ha senso: andavo sempre in palestra da ragazzo. La seconda... non farti ingannare! Può sembrare un’azione ripetuta perché sei andato tre VOLTE, ma tre volte quella settimana e basta. Non è qualcosa che facevi ogni settimana! Capisci la differenza?



Abitudini VS Azioni non regolari

Questo punto è molto simile al precedente. Guardiamo alcuni esempi:

  • Da bambino andavo al mare tutte le domeniche. → As a kid, I would go to the beach every Sunday.

  • Da bambino sono andato al mare una volta. → As a kid, I went to the beach just once.

Nella prima frase, abbiamo chiaramente un'azione regolare, un'abitudine nel passato, perché "da bambino", quando ero piccolo, andavo al mare tutte le domeniche.

Questa è l'idea: un'azione regolare, un'abitudine, qualcosa che si faceva regolarmente, che si faceva regolarmente in passato. Ecco perché usiamo l'imperfetto.

Nel secondo esempio, da bambino sono andato al mare una volta, sono andato solo una volta e basta! Ecco perché si usa il passato prossimo.



Imperfetto e Passato Prossimo nella stessa frase

A volte però si possono avere più tempi passati, più azioni in una frase. Ti faccio un esempio:

  • Mentre studiavo, è arrivata Chiara. → While I was studying, Chiara arrived.

Qui abbiamo due azioni: "io che studiavo" e "Chiara che arrivava". L'azione di "io che studio" è lunga, continua ed è stata interrotta da "Chiara che arriva". Qui usiamo l’imperfetto per l'azione lunga e il passato prossimo per quella breve e improvvisa che interrompe quella più lunga!



Alcuni casi speciali

Ci sono alcune situazioni in cui l’uso dell’imperfetto è preferibile. Per esempio:

  • Volontà e desideri: definire nel passato azioni come “volevo” è abbastanza difficile. Quindi il verbo “volere” è nella maggior parte dei casi all’imperfetto perché l’azione di “volere”, “desiderare” qualcosa non è mai precisa e facilmente collocabile in un punto specifico nel passato. Vediamo degli esempi:

  • Volevo un gelato quindi l’ho mangiato.→ I wanted gelato, so I ate it.

  • Volevo venire alla festa ma ero stanco.→ I wanted to come to the party, but I was tired.


  • Nella frase precedente abbiamo detto “ero stanco”, perché? Di solito quando parliamo di emozioni o sensazioni fisiche usiamo l’imperfetto. Per esempio:

  • Ero troppo stanco per guidare. →I was too tired to drive.

  • Quando ho saputo la notizia, ero molto felice. →When I heard the news, I was very happy.


  • Descrizioni nel passato: di solito, quando stiamo descrivendo delle caratteristiche di un luogo o di una casa o descriviamo una persona nel passato usiamo l’imperfetto. Per esempio:

  • Claudia era molto gentile da giovane. →Claudia was very nice when she was young.

  • A scuola ero molto bravo in latino.→ At school I was good at Latin.

  • L’hotel dove siamo andati questo weekend era brutto.→ The hotel we went to last weekend was bad.


Ricorda che queste sono delle indicazioni e a volte potremmo dover usare l’imperfetto o il passato prossimo anche se non ha molto senso. Però in generale posso dirti che queste regole coprono probabilmente il 90% dei casi quindi non preoccuparti!

E comunque il modo migliore per abituarsi alla scelta è ascoltare tanto con podcast (come il mio che puoi ascoltare qui), video su YouTube, film e serie TV! Sono sicuro che poi la scelta diventerà facile e naturale per te, ma questo richiede un po’ di tempo!



Spero che questo articolo ti sia piaciuto e se hai qualche domanda, mandami una mail nella contact section del mio sito.


Un abbraccio,


Teacher Stefano

644 views

Recent Posts

See All
bottom of page