top of page
  • Writer's pictureTeacher Stefano

Espressioni super utili con NE in italiano

La particella NE è molto usata in italiano in alcune espressioni che usiamo spesso nell’italiano di tutti i giorni. Vediamo queste espressioni nell’articolo di oggi!



Ciao a tutti e benvenuti a un nuovo articolo! Oggi parleremo di alcune espressioni molto utili da usare nell’italiano di tutti i giorni che contengono la particella NE. Prima di tutto ricorda che la particella NE si usa per sostituire un nome in senso partitivo o introdotto da un espressione di quantità. Per esempio:

  • Quanta pizza vuoi?

  • Ne voglio una fetta.


  • Hai del vino?

  • No, non ne ho.


Però NE si può usare anche con i verbi che richiedono DI come per esempio il verbo “avere bisogno”. Per esempio:

  • Vuoi una mano?

  • No, non ne ho bisogno.


Questi sono gli usi principali di NE, ma ora cerchiamo di vedere alcune frasi molto utili e già pronte da usare nella conversazione di tutti i giorni. Iniziamo!



Voglio ricordarti che se sei interessato/a a ricevere ogni domenica dei contenuti interessanti per studiare l’italiano puoi iscriverti alla mia newsletter!




Che ne pensi? / Che ne dici?

La prima espressione che voglio insegnarti è “che ne pensi?”. Possiamo anche usare il verbo dire invece di pensare, quindi “che ne dici?”. Queste due espressioni hanno più lo stesso significato e le usiamo in italiano per chiedere un parere, un’opinione ad una persona. Vediamo alcuni esempi:

  • Hai letto il libro? Che ne pensi? → in questo caso io ti consiglio di usare il verbo pensare perché stiamo chiedendo un’opinione su qualcosa, il libro.

  • Che ne dici/pensi di andare al mare domani? → in questo caso entrambi i verbi funzionano perché stiamo chiedendo il parere su qualcosa da fare, un’attività da fare.

Quindi ricorda che pensare si usa principalmente per chiedere opinioni su qualcosa e invece possiamo usare sia pensare che dire per chiedere un parere su qualcosa da fare.


(Non) Ne vale la pena

Quest’espressione italiana è molto usata e ti consiglio davvero di ricordarla. Usiamo l’espressione valerne la pena quando vogliamo dire che lo sforzo che abbiamo fatto per raggiungere qualcosa è in linea o NON in linea con il risultato che raggiungeremo alla fine. Mi spiego meglio con un esempio pratico.

Sono stato invitato al matrimonio di una mia amica il 13 luglio per esempio. Questo matrimonio è molto lontano da casa mia, ci vogliono 3 ore in macchina e lo stesso giorno alle 6 di sera devo essere in aeroporto per partire per le vacanze. Il matrimonio sicuramente finirà tardi quindi non ha senso andare al matrimonio perché dovrei stare pochissimo tempo. Che senso ha fare 3 ore di viaggio per andare e 3 ore di viaggio per tornare se poi posso stare poco al matrimonio dato che devo andare in aeroporto? Lo sforzo per andare al matrimonio è più grande del piacere di stare al matrimonio quindi non ne vale la pena.


È chiaro come funziona e cosa significa? Vediamo altri esempi:

  • Ho visto un paio di scarpe molto carine in vetrina, ma il prezzo è troppo alto, non ne vale la pena.

  • Sto pensando di comprare un nuovo cellulare, ma il modello più recente costa molto di più rispetto a quello che ho attualmente, non ne vale la pena spendere così tanto.


Ne vuoi un po’?

L’espressione “ne vuoi un po’?” usa NE in un modo canonico. Infatti un po’ esprime una quantità perciò possiamo usare NE per dire “vuoi un po’ DI quella cosa”. Però voglio insegnarti quest’espressione perché anche se gli studenti conoscono quest’uso base di NE, poi nella conversazione diventa spesso difficile ricordare di usare il NE.

Quindi ricorda, ogni volta che vuoi chiedere a qualcuno se vuole “un po’” di qualcosa, usa sempre anche il NE. Sembrerai un vero italiano! Quindi prendi in mano la coca cola, il caffè appena fatto, la pizza o una torta e puoi dire:

  • Ne vuoi un po’? (informale)

  • Ne vuole un po’? (formale)

  • Ne volete un po’? (plurale)


Non ne ho idea

Cosa succede quando qualcuno ci chiede qualcosa e noi non sappiamo proprio come rispondere e siamo molto confusi perché non sappiamo niente di quella cosa. Per esempio, un nostro amico ci chiede come cucinare una buona bistecca ma noi siamo vegetariani e non abbiamo mai cucinato una bistecca. Allora possiamo dire:

  • Non ne ho idea → qui usiamo NE per dire “non ho idea DI come si cucina una bistecca”

Se però vogliamo ancora di più enfatizzare il fatto che non sappiamo niente di quella cosa possiamo aggiungere l’aggettivo pallida e dire:

  • Non ne ho la più pallida idea → non sappiamo proprio NIENTE di quella cosa

Benissimo! Passiamo all’ultima espressione.


Non ne posso più

Adoro quest’espressione! Sei stanco di una situazione? Per esempio il lavoro sta diventando troppo stressante, oppure i tuoi figli non ti lasciano riposare mai? Oppure per esempio i tuoi vicini di casa tengono sempre il volume della televisione troppo alto e tu non riesci a concentrarti mentre lavori o studi? Allora possiamo dire:

  • Non ne posso più! → quest’espressione si usa per dire che siamo troppo stanchi, esausti, di una situazione e non riusciamo più a sopportarla!


Fantastico! Abbiamo finito con le espressioni di oggi, spero che ti siano piaciute! Se hai qualche domanda non esitare a contattarmi nella contact section del mio sito. Noi ci sentiamo presto!


Un abbraccio,


Teacher Stefano

178 views

Recent Posts

See All
bottom of page