top of page
  • Writer's pictureTeacher Stefano

MIGLIORE vs MEGLIO in Italian: Which One To Choose?

Si dice MEGLIO o MIGLIORE? Scopriamolo nell'articolo di oggi!



Ciao a tutti e benvenuti in un nuovo articolo! Oggi parleremo della differenza tra MEGLIO e MIGLIORE che è sempre un argomento molto discusso tra gli studenti di italiano.


Voglio ricordarti che se sei interessato/a a ricevere ogni domenica dei contenuti interessanti per studiare l’italiano puoi iscriverti alla mia newsletter!



Prima di tutto però cerchiamo di capire che cosa sono MEGLIO e MIGLIORE. Per fare questo devo spiegarti che cosa sono i comparativi e i superlativi e la differenza tra un aggettivo e un avverbio.


In italiano un comparativo è un modo per esprimere che qualcosa è più o meno di qualcos’altro. Per esempio:

  • La casa di Gianni è più grande della mia.

  • La pizza che fanno a Napoli è più buona della pizza che fanno a Roma.

Per quanto riguarda il superlativo, devi sapere che ne esistono di due tipi:

  • Superlativo relativo: serve per dire che qualcosa è la più bella, grande, o altro, rispetto ad un gruppo circoscritto di altre cose.

Per esempio:

  • Luca è il più simpatico della classe (più simpatico relativo alla sua classe)

  • La Ferrari è la macchina più veloce del mondo (più veloce relativo a tutte le macchine del mondo)

Puoi notare come il superlativo relativo presenta sempre l’articolo davanti.


  • Superlativo assoluto: non parleremo di questo nell'articolo di oggi, ma il superlativo assoluto serve per dire che qualcosa è bellissimo, buonissimo, senza limiti.

Per esempio:

  • Roma è bellissima o Roma è molto bella.

  • I miei amici sono simpaticissimi o I miei amici sono molto simpatici.


Ora che sappiamo la differenza tra comparativo e superlativo cerchiamo di capire la differenza tra un aggettivo e un avverbio. In italiano un aggettivo serve per aggiungere un’informazioni a un nome invece un avverbio aggiunge un’informazione a un verbo (ecco perché avverbio!) o a un aggettivo. Per esempio:

  • La pizza è buona → l’aggettivo “buona” aggiunge un’informazione in più alla parola pizza.

  • Luca è molto simpatico → l’aggettivo “simpatico” aggiunge un’informazione a Luca, mentre l’avverbio “molto” aggiunge un’informazione a simpatico.

  • Mi sono svegliato improvvisamente quando ho sentito il rumore → l’avverbio “improvvisamente” aggiunge un’informazione come mi sono svegliato, al verbo.


Benissimo! Ora devi sapere che in italiano esistono alcuni aggettivi e avverbi che hanno il comparativo e superlativo relativo irregolari. Tra questi abbiamo l’aggettivo buono e l’avverbio bene. Vediamo questa tabella:



Come possiamo osservare dalla tabella, capiamo che migliore o il migliore sono i comparativi e i superlativi relativi di buono e significano più buono e il più buono. Invece, bene non ha forme standard (non si può dire più bene in italiano, anche se l’ho inserito nella tabella perché renderà la spiegazione più facile dopo, ma ricorda più bene è sbagliato!) ma ha solo forme irregolari: meglio e il meglio.

Quindi possiamo capire molto semplicemente una cosa! Migliore è un aggettivo e meglio è un avverbio. Allora potresti pensare, facile! Usiamo migliore con i nomi e meglio con i verbi. Vediamo alcuni esempi con i comparativi soltanto, più tardi parleremo del superlativo relativo. Gli esempi sono:

  • La pizza di Napoli è migliore di quella che fanno a Roma (aggettivo)

  • Mia sorella sa ballare meglio di te (avverbio)

Sembra semplice! Purtroppo però non è sempre così, perché nell’italiano parlato non seguiamo sempre questa regola. Infatti, impara queste regole:

  • Quando stiamo dicendo più buono, quindi abbiamo un aggettivo, allora possiamo usare MIGLIORE e MEGLIO. Nonostante la scelta grammaticale corretta sia MIGLIORE, MEGLIO è ampiamente usato nella lingua di tutti i giorni.

  • Quando stiamo dicendo più bene, che non si può dire, ma per farti capire che stiamo parlando di un avverbio, allora possiamo usare solo MEGLIO.

Vediamo quindi degli esempi con queste regole colloquiali che abbiamo imparato:

  • La pizza di Napoli è meglio/migliore di quella a Roma.

  • La pasta al sugo con il parmigiano è meglio/migliore.

Ovviamente il mio consiglio è quello di rispettare la regola grammaticale e usare MIGLIORE o PIÙ BUONO come aggettivo e MEGLIO come avverbio. Però devi sapere che nella lingua di tutti i giorni potresti sentire anche MEGLIO usato in questo modo improprio.


Per quanto riguarda invece il superlativo relativo, la regola si rispetta sempre, quindi non possiamo usare IL MEGLIO al posto di IL MIGLIORE. Per esempio:

  • Il cibo italiano è il più buono/il migliore del mondo (qui non possiamo dire il meglio)

  • Questo è il meglio che posso fare.

Capisco che questo argomento è un po’ complesso, ma spero che con questa spiegazione ora sia tutto più chiaro!


Per qualsiasi domanda, fammi sapere contattandomi nella contact section del mio sito.


Un abbraccio,


Teacher Stefano

59 views

Comments


bottom of page