Pronomi tonici MI o ME

Updated: Mar 14

Molti studenti mi chiedono: devo usare MI o ME? Qual è la forma corretta? Lo scopriamo nell’articolo di oggi!



Ciao a tutti e benvenuti in un nuovo articolo. Oggi parliamo di un argomento di grammatica italiana molto importante, i pronomi tonici!

Prima di iniziare con la lezione di oggi, dobbiamo fare una piccola ripetizione dei pronomi oggetto diretto e indiretto così puoi capire al 100% come funzionano i pronomi tonici.


Pronomi oggetto diretto

Iniziamo con i pronomi oggetto diretto che sostituiscono, appunto, un oggetto diretto nella frase, quindi l’oggetto della nostra azione che non è mai preceduto da nessuna preposizione. Infatti se io ho la frase:

  • Stefano legge un libro → in questo caso un libro è un oggetto diretto, perché è l’oggetto della nostra azione e come vedi non è preceduto da nessuna preposizione (come di, a, da, in etc). Stefano reads a book.

Per questo motivo possiamo scegliere un oggetto diretto. Vediamo quali sono:

  • Mi

  • Ti

  • Lo/La

  • Ci

  • Vi

  • Li/Le

Benissimo! In questo caso libro è maschile e singolare ed è terza persona, perciò sceglieremo lo, quindi diremo:

  • Stefano lo legge. Stefano reads it.


Pronomi oggetto indiretto

Adesso vediamo i pronomi oggetto indiretto che sostituiscono un oggetto indiretto, quindi di solito la persona a cui è diretta l’azione. Gli oggetti indiretti sono sempre introdotti dalla preposizione A. Vediamo un esempio:

  • Ho mandato una mail a Gaia → in questo caso Gaia è la persona che “riceve” l’azione, la persona a cui è diretta l’azione e come puoi notare è introdotta dalla preposizione A, quindi è un oggetto indiretto. I sent an e-mail to Gaia.

Quindi possiamo scegliere un pronome oggetto indiretto che sono:

  • Mi

  • Ti

  • Gli/Le

  • Ci

  • Vi

  • Gli (loro)

Dato che Gaia è femminile e singolare ed è terza persona, possiamo scegliere il pronome le e dire:

  • Le ho mandato una mail. I sent her an e-mail.


Quindi come puoi vedere i pronomi oggetto diretto e indiretto sono uguali tranne che per le terze persone singolari e plurali. Ma se un pronome oggetto diretto sostituisce l’oggetto della frase che non ha nessuna preposizione (come un libro), mentre un pronome oggetto indiretto sostituisce l’oggetto indiretto della frase che ha la preposizione a (come a Gaia) cosa facciamo per tutte quelle parole che sono introdotte dalle altre preposizioni, come con, in, di?

Ed ecco che entrano in gioco i pronomi tonici.


Do you want to be updated with everything I do and receive interesting contents? Subscribe to the newsletter here.

I pronomi tonici

Prima di tutto vediamo quali sono i pronomi tonici in italiano:

  • Me

  • Te

  • Lui/Lei

  • Noi

  • Voi

  • Loro

Sì! Sono uguali ai pronomi personali, ai pronomi soggetto, tranne che per le prime due persone dove abbiamo me e te. E quindi come possiamo usare i pronomi tonici? Vediamo alcuni esempi:

  • Vuoi uscire con Luca stasera? Do you want to go out with Luca tonight? - No, non voglio uscire con lui. No, I don't want to go out with him.

  • Vuoi uscire con me stasera? Do you want to go out with me tonight? - No, non voglio uscire con te. No, I don't want to go out with you.

  • Non mi fido di te! I don't trust you!

  • Ho bisogno di voi. I need you guys!

  • Devi avere fiducia in me! You need to have faith in me!

Capito? Quindi usiamo i pronomi tonici principalmente quando abbiamo una preposizione, come CON, DI o IN! Possiamo usare solo i pronomi tonici perché gli altri pronomi non possono avere una preposizione davanti. Ma attenzione, vediamo quest’esempio:

  • Ho pensato a te tutta la notte! → in questo caso a te è un pronome oggetto indiretto perché abbiamo la preposizione a. Infatti potrei riscrivere la frase e dire “ti ho pensato tutta la notte”. Entrambe le frasi sono ovviamente corrette, ma usare a te, quindi il pronome tonico con la preposizione a, enfatizza il concetto! Però usare ti è comunque corretto perché possiamo dire che la preposizione a è già inclusa all’interno di TI, capito? I thought about you all night!

Io però ti consiglio di usare i pronomi che già conosci (oggetto diretto e indiretto) quando puoi, mentre usare i tonici quando hai una preposizione come con, in, o di.

Poi la differenza la vedrai solo con me e te, perché negli altri casi userai i pronomi tonici che sono uguali ai pronomi soggetto (di lui, di noi, con voi).


Adesso è più chiaro quando usare mi e quando usare me? Non è così difficile, ma se hai domande, non esitare a mandarmi un messaggio nella contact section del mio sito.


Un abbraccio dall’Italia,


Teacher Stefano

46 views