top of page
  • Writer's pictureTeacher Stefano

TU o LEI in Italiano?

Si usa il tu o il Lei in italiano? Leggi il nuovo articolo di oggi per scoprirlo!





Ciao a tutti! Oggi parleremo di come e quando usare il "tu" e il "Lei" in italiano a seconda del contesto. Tempo fa ho fatto un podcast in cui vi ho parlato della differenza tra il Lei e il Voi e vi ho raccontato anche la loro storia! Per ascoltare questo podcast e scaricare la trascrizione clicca qui.


Voglio ricordarti che se sei interessato/a a ricevere ogni domenica dei contenuti interessanti per studiare l’italiano puoi iscriverti alla mia newsletter!




Usi sociali

Come forse già sapete il "tu" si usa in italiano tra amici e familiari o comunque persone che conosciamo bene. Inoltre il "tu" viene spesso usato tra ragazzi coetanei. Io ho 24 anni e se incontro un ragazzo o una ragazza che non ho mai visto nella mia vita che ha più o meno la mia stessa età o anche fino a 30-35 anni probabilmente userò il "tu".



Il "Lei" invece si usa con:

  • Persone più grandi di noi che non conosciamo, ad esempio un adulto o un anziano se noi siamo giovani.

  • Tra adulti, per esempio due cinquantenni se non si conoscono probabilmente useranno il "Lei".

  • In ambienti formali, ad esempio al bar, alle poste, al ristorante o in banca. Inoltre, in ambienti molto formali come l’università, molti professori solitamente usano il "Lei" con gli studenti. Anche a scuola si usa il "Lei" con gli insegnanti che però nella maggior parte dei casi usano semplicemente il "tu" con gli studenti.

  • Per strada, se sei giovane, potresti usare il "Lei" con un anziano e lui probabilmente ti risponderà col "tu". Però, da quando ho superato i 20 anni, ho notato che se io uso il "Lei" con una persona più grande, quella persona comunque mi risponderà con il "Lei" per una questione di rispetto (come nell’intervista con Marco Zentilomo che potete vedere qui). Questo non succede sempre, ma di solito è così.

  • Attenzione sul posto di lavoro dove ormai si usa quasi sempre il "tu". Di solito, la prima volta ad un colloquio userai il "Lei" ma poi di solito si usa il "tu" anche con il capo.


Saluti informali e formali

Per quanto riguarda i saluti informali vi ricordo il semplice e bellissimo ciao. I saluti formali, invece, sono semplicemente buongiorno e buonasera. Salve è considerato formale dalla maggior parte degli italiani, anche se teoricamente è informale come riportano la maggior parte delle grammatiche italiane. Se entri in un negozio o in un bar puoi usare salve, ma te lo sconsiglio in ambienti molto formali come l’università o quando scrivi un email formale. Per attirare l’attenzione in modo formale puoi usare sempre scusi o mi scusi contrapposto agli informali scusa e scusami.


Pronomi

Quando usiamo il Lei dobbiamo stare attenti anche ai pronomi e gli aggettivi possessivi.


Qui vediamo i pronomi oggetto diretto e indiretto. Indicate con le frecce possiamo vedere le forme di cortesia. Ricorda che quando scriviamo è opportuno indicare le forme di cortesia con la lettera maiuscola anche se non è obbligatorio.


Qui invece possiamo vedere le forme di cortesia per gli aggettivi possessivi che sono sempre riportati con la lettera maiuscola.


Ora vediamo alcuni esempi pratici:

  • Le ho mandato una mail (a Lei).

  • Ho provato a chiamarLa ieri (La ho).

  • Professore, L’ho sentita parlare alla conferenza ieri → attenzione qui a cambiare "sentito" in "sentita" perché il pronome è femminile! Anche se stiamo parlando con un uomo, il pronome Lei è sempre femminile! Infatti, se dicessimo questa frase: "Professoressa, L’ho sentita parlare alla conferenza ieri", come vedete non cambierebbe, anche se ci stiamo riferendo ad una donna.

  • Dottore, Le ho scritto una mail ma non ho ricevuto risposta → qui non cambiamo "scritto" perché abbiamo un pronome indiretto. Infatti, le regole della concordanza del participio passato col verbo avere valgono solo quando abbiamo un oggetto diretto, non indiretto!

  • Scusi, questa è la Sua giacca?


È molto importante anche la posizione dei pronomi con l’imperativo. Osserva questi esempi:

  • Dammi 1 kg di pane/Mi dia 1 kg di pane.

  • Chiamalo più tardi/Lo chiami più tardi.


Se vuoi saperne di più sulla posizione dei pronomi, puoi guardare questo video qui.



Alcune forme di cortesia utili

Adesso vediamo alcune forme di cortesia utili:

  • La ringrazio grazie.

  • Può cortesemente aiutarmi → per favore.

  • Può aiutarmi per cortesiaper favore.

  • Può darmi una mano gentilmenteper favore.



Abbiamo finito l'articolo di oggi! Spero che vi sia piaciuto e come sempre se hai qualche domanda, mandami un messaggio nella contact section del mio sito.


Un abbraccio,


Teacher Stefano


104 views

Commentaires


bottom of page