Pensarci vs pensarne: la differenza tra questi due verbi in italiano

Pensarci e pensarne sono due verbi completamente diversi. Sai come si usano?



Ciao a tutti e benvenuti in un nuovo articolo! Nell'articolo di oggi parliamo di due verbi italiani molto importanti, usati nella lingua di tutti i giorni: pensarci e pensarne. Sono sicuro che tutti conosciate il verbo pensare, ma aggiungendo la particella "ne" o la particella "ci", possiamo cambiare il significato di questo verbo e aggiungere delle sfumature molto interessanti.


PENSARNE

Iniziamo dal verbo pensarne. Quando aggiungiamo la particella "ne" al verbo pensare, questo verbo prende il significato di opinione. Quindi "pensare" nel senso di opinione, qual è la tua opinione su un argomento. Per esempio:

  • Che ne pensi del nuovo film? What do you think about the new movie?

  • Hai sentito che Matteo si sposerà con una ragazza 15 anni più giovane di lui? Che ne pensi? Did you hear that Matteo is getting married to a girl 15 years younger than him? What do you think about that?

  • Che ne pensate della mia lasagna? Vi piace? What do you think about my lasagna? Do you (p.) like it?

Come potete vedere, io sto usando NE in queste frasi per enfatizzare il fatto che il verbo PENSARE qui significhi opinione. Ma la domanda è: perché usiamo NE? Teoricamente usiamo NE per sostituire la cosa di cui ti sto chiedendo l'opinione. Quindi se prendiamo la frase "che ne pensi del nuovo film" ne teoricamente sostituisce "del nuovo film", perché NE sostituisce le parole introdotte dalla preposizione DI. In realtà, questo non è proprio accurato, dato che usiamo sia NE che "del nuovo film". Quindi ci troviamo di fronte a un caso di dislocazione a sinistra. Vi lascio qui il video!

Inoltre ricordate che non usiamo NE nelle risposte. Per esempio:

  • Che ne pensi del nuovo film? Mi è piaciuto! Penso che sia stato molto bello. What do you think about the new movie? I liked it! I think it was very good.

Non dico "Ne penso...". Quindi il mio consiglio è quello di usare NE nelle domande usando la struttura "Che ne pensi di...". Chiaro?


PENSARCI

Ora passiamo a pensarci. Pensarci può essere diviso in due categorie perché in realtà ha due significati. Possiamo però distinguere facilmente i due significati di pensarci perché la sua struttura cambia.

Il primo significato di pensarci è pensare a lungo, riflettere molto, ponderare. Vi faccio qualche esempio:

  • Hai deciso quale università vuoi fare? No, ci sto ancora pensando. Have you decided what university you want to go to? No, I am still thinking about it.

  • Vieni con noi al mare sabato? Non so, devo pensarci. Are you coming to the beach with us on Saturday? I don't know. I have to think about it.

  • Ci ho pensato a lungo e ho deciso che non accetterò la vostra offerta di lavoro. I have thought long and hard about this and I have decided that I will not accept your job offer.

Il secondo significato di pensarci è molto comune e vuol dire: occuparsi di, fare qualcosa. Però quando usiamo pensarci in questa struttura, è molto importante posizionare il pronome personale (quindi io, tu, lui/lei...) dopo il verbo. Per esempio:

  • Puoi lavare i piatti, per favore? Certo, ci penso io! (me ne occupo io, lo faccio io) Can you do the dishes, please? Yes, I will do it/ I will take care of it.

  • Io sto preparando il primo piatto. Ci pensi tu al secondo? (ti occupi tu del secondo?) I am making the first course. Will you take care of the second course?

  • Voi uscite! Ci pensiamo noi a pulire la casa! Go out! We'll take care of cleaning the house!


Per l'articolo di oggi abbiamo finito! Se avete delle domande potete contattarmi nella sezione contact del mio sito.


A presto,


Teacher Stefano



4 views