La forma passiva in italiano

Come si forma e si usa la forma passiva in italiano? Continua a leggere questo articolo per scoprirlo!


Ciao a tutti e benvenuti a un nuovo articolo. Oggi parliamo di un argomento molto importante da conoscere, ma anche abbastanza facile: la forma passiva!

In italiano i verbi possono essere coniugati in due modi:

  • Forma attiva: quella che conosciamo tutti (mangia, ha mangiato, mangiava...)

  • Forma passiva: l'opposto della forma attiva (è mangiato/a, è stato/a mangiato/a, era mangiato/a...)

Ma che cos'è la forma passiva? Non è altro che una costruzione verbale che usiamo in italiano quando l'oggetto della frase diventa il soggetto, mentre il soggetto diventa la persona DA CUI è compiuta l'azione. Vediamo un esempio:

  • Io (soggetto) mangio (verbo) una mela (oggetto) → una mela (soggetto) è mangiata (verbo passivo) da me (persona da cui è compiuta l'azione)

Come puoi vedere, quando trasformiamo una frase è necessario aggiungere la preposizione DA prima della persona che compie l'azione. Da un punto di vista logico questa frase ha senso, ma non la diremmo mai in italiano! Preferiremmo dire "mangio una mela". Quindi nella lezione di oggi vi spiegherò quando si usa la forma passiva perché ci sono dei casi specifici in cui è preferibile usarla.

Ma prima di tutto dobbiamo capire come si forma! È molto semplice. Iniziamo dal presente.

Prendiamo il verbo "amare" e coniughiamolo al presente:

Io amo

Tu ami

Lui/Lei ama

Noi amiamo

Voi amate

Loro amano

La prima cosa che dovete fare è prendere il verbo essere e coniugarlo nello stesso tempo del verbo "amare" nella forma attiva. Dato che il verbo "amare" è al presente, coniughiamo il verbo essere al presente:

Io sono

Tu sei

Lui/Lei è

Noi siamo

Voi siete

Loro sono

Ora prendiamo il participio passato del verbo "amare" e aggiungiamolo alla coniugazione. Attenzione però! Stiamo usando il verbo "essere" quindi dobbiamo cambiare il participio passato in base al numero e genere del soggetto!

Quindi avremo:

Io sono amato/a

Tu sei amato/a

Lui è amato

Lei è amata

Noi siamo amati/e

Voi siete amati/e

Loro sono amati/e

Chiaro? Ora proviamo con il passato prossimo! Guarda questo schema:

Io ho amato (passato prossimo attivo) → Io sono stato (passato prossimo del verbo essere) → Io sono stato amato/a (passato prossimo passivo)

Proviamo con l'imperfetto:

Io amavo (imperfetto attivo) → Io ero (imperfetto del verbo essere) → Io ero amato/a (imperfetto passivo)


A volte potresti confonderti quando stai trasformando un verbo dall'attivo al passivo ma ti consiglio questa tecnica! Io non sono molto bravo in matematica, ma prova ad usare questa formula: n + 1, dove n è il numero di verbi.

Se io prendo il presente del verbo "amare" io amo, ho un solo verbo. Quindi il passivo deve essere formato da due verbi! Infatti diciamo io sono amato! Se prendo il passato prossimo io ho amato abbiamo 2 verbi quindi il passivo sarà formato da 3 verbi, infatti io sono stato amato! Spero che questo aiuti!

Ovviamente, queste regole sono necessarie solo per imparare la coniugazione del passivo perché, ai fini pratici, le regole sono un po' diverse. Infatti se io ho la frase:

  • Tutti amano Luca → Luca è amato da tutti

Devo cambiare la voce del verbo! Nella prima frase attiva abbiamo "tutti" che sarebbe "loro" (ecco perché "amano"), ma nella forma passiva, dato che Luca diventa il soggetto, dobbiamo usare la forma "lui" e dire "è amato".


Come usare la forma passiva

Ma adesso cerchiamo di capire quando si usa la forma passiva. Di base la forma passiva serve per dare più enfasi all'azione o all'oggetto piuttosto che al soggetto che la compie. Prendiamo queste due frasi:

  • Tutti amano Luca → l'enfasi qui è su tutti. Everyone loves Luca

  • Luca è amato da tutti → l'enfasi qui è sul fatto che Luca sia amato da tutti, il "tutti" non è così importante. Luca is loved by everyone

Capito? È chiara questa differenza? Scendiamo più nel dettaglio e vediamo quando si usa la costruzione passiva con alcuni esempi pratici:

  • Nel giornalismo o nella cronaca per raccontare fatti:

  • Dieci turisti americani sono stati arrestati perché non avevano il passaporto → qui non ho un "da + qualcuno" ma non importa, io non voglio mettere enfasi su chi ha arrestato i turisti, ma sul fatto che i turisti sono stati arrestati! Ten American tourists have been arrested because they didn't have passports.

  • I bicchiere di plastica sono stati ritirati dal mercato perché troppo inquinanti. Plastic cups have been withdrawn from the market because they are too polluting.

  • La metro di Milano sarà allungata fino all'aeroporto nel 2022. The Milan metro will be extended to the airport in 2022.


  • Per spiegare dei fatti mettendo enfasi sull'oggetto:

  • Il pane è preparato fresco ogni mattina. Bread is baked fresh every morning.

  • I nostri piatti sono insaporiti con spezie biologiche. Our dishes are flavored with organic spices.

  • Il treno è sanificato ogni giorno. The train is sanitized daily.

Attenzione a una cosa! Ti potresti chiedere come si forma il passivo dei verbi che normalmente richiedono essere al passato prossimo, come per esempio "andare". Infatti se il presente di "andare" è vado, il passivo dovrebbe essere "sono andato", ma questo coincide con il passato prossimo del verbo "andare" nella forma attiva. Quindi? Come facciamo? Facile! I verbi che richiedono il verbo essere al passato prossimo, quindi normalmente i verbi intransitivi, NON HANNO LA FORMA PASSIVA!


Tutto chiaro? In realtà il passivo ha anche altri usi molto importanti come fare critiche, dare indicazioni e istruzioni e abbiamo anche l'uso del SI passivante. Se siete interessati a questo argomento, fatemelo sapere qui sotto nei commenti e ne parliamo nel prossimo articolo!

Se avete delle domande non esitate a mandarmi un messaggio nella sezione contact del mio sito.


Un abbraccio dall'Italia,


Teacher Stefano

73 views