top of page
  • Writer's pictureTeacher Stefano

ANDARE, ANDARCI e ANDARSENE: qual è la differenza?

Conosci la differenza tra andare, andarci e andarsene? La scopriamo nell'articolo di oggi!



Vuoi partecipare ai miei corsi di italiano? Visita la mia online school!

Ciao a tutti e benvenuti in un nuovo articolo! Oggi parleremo dei verbi andare, andarci e andarsene.


Andare

Cominciamo a parlare del primo verbo: andare.

Probabilmente conosci già il significato di questo verbo, che utilizziamo per dire che ci spostiamo da un posto all’altro, come in questo esempio:

  • Ieri siamo andati al mare.

Il verbo andare in questo caso serve per dire che ci siamo spostati da casa nostra, quindi da un posto preciso, per andare in un altro posto preciso, cioè il mare.

Il verbo andare, però, ha anche un altro significato, osserva questa frase:

  • Ti va di giocare a calcio domani?

In questa frase cosa significa ti va? Possiamo sostituire ti va con va bene per te? Oppure, hai voglia di giocare a calcio domani? Quindi, come funziona? È molto semplice! Dobbiamo usare il verbo andare alla terza persone (generalmente singolare), poi la preposizione di e per finire l’altro verbo all’infinito. Poi davanti al verbo andare mettiamo il pronome oggetto indiretto corrispondente alla persona a cui stiamo chiedendo se ha voglia di fare una cosa. Se io chiedo se TU hai voglia di fare qualcosa, allora dico ti, se invece voglio dire che IO ho voglia di fare qualcosa, allora dirò mi va. Capito? Dai vediamo qualche altro esempio:

  • Ti va di uscire insieme domani sera?

  • Mi va di mangiare un bel piatto di pasta.

Questo significa che possiamo utilizzare il verbo andare in 2 modi:

  • Per esprimere il movimento da un posto all’altro.

  • Per fare una proposta e chiedere all’altra persona cosa pensa della proposta.


Andarci

Ma se aggiungiamo al verbo andare il pronome ci cambiamo un po’ il suo significato. In che modo? Vediamolo insieme! Con il pronome ci possiamo fare riferimento a un posto che abbiamo menzionato precedentemente.

Ti faccio un esempio per capire meglio:

  • Ho sentito che ha aperto una nuova pizzeria in centro. Ci andiamo?

In questo caso, ci andiamo significa andiamo lì, cioè andiamo alla nuova pizzeria che ha aperto in centro. Ti faccio un altro esempio:

A) Ti è piaciuta la Grecia?

B) Sì, ci sono andato l’anno scorso in vacanza e mi è piaciuta tantissimo!


Anche in questo caso il ci di ci sono andato si riferisce alla Grecia, posto di cui ho parlato prima.

Quindi possiamo dire che andarci significa andare lì, in un posto di cui ho già parlato.

Ma non è finita qui! Andarci può avere anche un altro significato.

Immagina questa scena: stai preparando la valigia per partire, vuoi mettere le tue scarpe preferite, ma non c’è spazio. Allora puoi dire:

  • Non so che fare, le scarpe in valigia non ci vanno.

In questo caso, usiamo il verbo andarci per dire che non entra, non c’è abbastanza spazio in valigia per le scarpe.


Come hai visto, ho detto non ci vanno, questo perché le scarpe sono plurali. Se invece voglio dire che non c’è spazio per qualcosa di singolare, allora posso semplicemente usare la terza persona singolare va. Quindi:

  • Questa scatola non ci va nell’armadio. Ci va nel ripostiglio?

  • Queste piante sono troppo grandi. Non ci vanno sul balcone.


Andarsene

Adesso è arrivato il momento dell’ultimo verbo che vedremo oggi: andarsene. Questo è un verbo composto da 3 elementi, andare + due pronomi, si e ne.


La prima cosa che voglio farti vedere è la coniugazione di questo verbo, perché è molto particolare. Ti do un piccolo aiuto: il pronome ne resta sempre uguale, mentre il pronome si cambia in base alla persona, quindi useremo mi, ti, ci, esattamente come un verbo riflessivo!


C’è un’altra piccola regola che dobbiamo ricordare: quando due pronomi si incontrano, uno dei due cambia e trasforma la I in E. In questo caso, dato che ne resta sempre uguale, sarà proprio il nostro pronome si a cambiare. Il verbo andare, invece, si comporta in modo regolare, cioè lo possiamo coniugare come se non ci fossero questi pronomi.

Quindi avremo:

Io me ne vado

Tu te ne vai

Lui/Lei se ne va

Noi ce ne andiamo

Voi ve ne andate

Loro se ne vanno


Bene, adesso che lo abbiamo coniugato dobbiamo capire che significa! Cominciamo con un esempio.

  • Questa città non mi piace più, me ne andrò presto.

Hai capito il significato del verbo in questa frase? Significa andare via dalla città, lasciare la città. Quindi uso questo verbo con il significato di andare via da un posto, lasciare un posto.


Anche se per esempio sei a una festa, quando vuoi tornare a casa puoi dire:

  • Ragazzi, è tardi, io me ne vado.

In questo modo tutti capiranno che vai via dalla festa per tornare a casa.


Benissimo! Spero che l'articolo di oggi ti sia piaciuto. Se hai qualche domanda, mandami un messaggio nella contact section del sito e ci sentiamo presto.


Un abbraccio,


Teacher Stefano

129 views

Commenti


bottom of page