Alcuni consigli per studiare l’italiano (e qualsiasi altra lingua)

Imparare una lingua non è un gioco da ragazzi (= piece of cake), ma parlare con un madrelingua e riuscire ad avere una conversazione è una grandissima soddisfazione. Nell’articolo di oggi ti darò alcuni consigli per studiare l’italiano, che però si applicano a qualsiasi altra lingua!





La grammatica


A volte può essere noiosa, complessa, ma è necessaria. Non dimenticare di studiare la grammatica, che è una parte fondamentale della lingua. Sapere la grammatica, non solo ti aiuterà a parlare più velocemente, ma anche a parlare correttamente. Questo è uno dei principali motivi per cui le aziende, o i corsi di italiano che propongono di apprendere una lingua senza la grammatica non funzionano. Forse, possono aiutare lo studente a parlare più velocemente, ma senza flessibilità. La grammatica invece dà liberta, permette ad uno studente di creare frasi complesse, che rispecchiano esattamente quello che ha in mente. Questo non vuol dire che la grammatica è l’unica cosa importante in una lingua. Per esempio, se un principiante sta imparando l’italiano non è importante studiare il congiuntivo (subjunctive) o tutte le regole delle preposizioni e dei pronomi, perché questi sono argomenti avanzati che lo studente deve imparare solo quando avrà delle conoscenze più ampie della lingua. Allo stesso tempo, però, imparare le regole base delle preposizioni o dei pronomi è necessario per parlare una lingua. Il metodo che ho creato per studiare la grammatica si basa sui 5 colossi della grammatica: nomi, articoli, verbi, aggettivi e preposizioni. Queste sono le conoscenze iniziali e fondamentali per iniziare a parlare una lingua. Vediamo un esempio pratico: “ho comprato una bella casa in montagna” (= I bought a beautiful house on the mountains). Questa frase è apparentemente molto semplice, ma osserviamo gli elementi di questa frase:


Ho comprato – Verbo

Una – Articolo indeterminativo

Bella – Aggettivo

Casa – Nome

In – Preposizione

Montagna – Nome


Uno studente può sapere che:


Comprare significa “to buy”

Bello significa “beautiful”

Casa significa “house”

Montagna significa “mountain”


Il problema è mettere queste parole insieme. Dobbiamo sapere il passato del verbo comprare (ho comprato), dobbiamo capire come l’aggettivo bello cambia in base al nome a cui si riferisce (bella, bella casa), qual è la preposizione giusta per montagna (in montagna) e così via. Quindi il lessico (=vocabulary) non basta! O meglio, andrebbe bene se non ti interessa sembrare ridicolo davanti ad un italiano. Il mio metodo si applica all’italiano, perché ogni lingua ha le sue esigenze grammaticali, ma il punto rimane lo stesso: le conoscenze grammaticali di base sono necessarie.


Parole ed espressioni


La grammatica è importante per mettere le parole insieme e formare delle frasi. Ma senza parole non puoi formare delle frasi. Quindi imparare il vocabolario sin dal primo giorno è importantissimo. Inizia con parole di base che di solito sono:


Saluti (ciao, buongiorno, come stai?...)

Domande di base (come stai? Come va?)

Risposte alle domande di base (bene, grazie, e tu?)

Question words (cosa, come, dove, quando, perché?)

Numeri (sì, sono fondamentali!!)

Giorni della settimana e mesi dell’anno


Quindi, mentre impari la grammatica di base, puoi studiare queste parole. Poi puoi passare ad altre parole di base come negozi, cibo, parti del corpo ed espressioni/domande tipiche. Il problema è ricordare tutte queste parole. Per questo motivo ti consiglio il metodo della “spaced repetition” che puoi fare sia con dei semplici pezzi di carta tipo “flashcards” che con delle app digitali. Questo metodo consiste nel ripetere le parole ogni giorno, fino a quando non sono completamente memorizzate. Insieme a questo metodo può essere molto utile scrivere delle frasi o dei dialoghi usando queste parole. Se vuoi più consigli su come memorizzare le parole, mandami pure un messaggio!


Esposizione continua alla lingua


Non puoi aspettarti di studiare una lingua una volta alla settimana, devi essere continuamente esposto alla lingua per migliorare. Anche se il miglior modo per imparare una lingua è andare a vivere nel posto in cui quella lingua viene parlata (e.g. Italiano in Italia), grazie alla tecnologia abbiamo tantissimi modi per essere costantemente esposti alla lingua, quindi non hai più scuse! Ascoltare un podcast (come il mio!) è il miglior modo per migliorare le tue capacità di ascolto. La cosa più bella è che puoi ascoltare un podcast quando vuoi, mentre guidi, mentre fai la doccia, mentre corri. Non deve essere visto come un momento di studio, ma come una costante esposizione alla lingua che ti aiuta. Lo stesso vale per video, film, musica e serie tv. Ma attenzione, un’altra cosa molto importante è parlare: per fare questo puoi provare a cercare un language partner (esistono molti siti!), e questo può aiutarti tantissimo.


Praticare ogni giorno


Sì, ogni giorno. Non ci sono scuse. Anche solo 10 minuti, ma ogni giorno. I miei studenti migliorano in italiano molto più velocemente se praticano ogni giorno (anche 10 minuti), rispetto a quelli che lo fanno una volta a settimana. Se vai in palestra 3 volte alla settimana per avere degli addominali scolpiti e tenerti in forma, allora puoi farlo anche per una lingua. Determinazione, impegno e costanza: le tre parole magiche.

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo con i tuoi amici che stanno imparando una lingua! Grazie mille.



#lingue #italiano #consigli

29 visualizzazioni

Vuoi ricevere contenuti interessanti?

  • Facebook - cerchio grigio
  • Instagram - Grigio Cerchio
  • Spotify - cerchio grigio
  • iTunes - cerchio grigio

© 2020 Stefano Chiaromonte. P. IVA: 04296180716